Tappa I – Piasco

Venerdì 28 maggio. Infine è venuto il giorno della prima: una lunga giornata cominciata alle 8 del mattino quando davanti alla palestra di Verzuolo sono arrivati una trentina di persone per accompagnarci nel tragitto di sette chilometri per Piasco, chi a piedi, chi in bicicletta. Walter e Peiu, dell’associazione Vas, lo hanno studiato per noi rispondendo alla proposta che abbiamo lanciato agli abitanti dei luoghi che attraversiamo di creare insieme dei percorsi “ad alta vivibilità” (PAV) per la Carovana, invitando la gente a camminare con noi. Il sindaco di Verzuolo ci ha portato la colazione: croissant e succo di mela autoprodotto, per inaugurare questa giornata tersa e fresca, non potevamo avere di meglio! Alla comitiva nei pressi della Burgo si sono aggiunti alcuni cavalieri. Poi è cominciato quello che è stato in seguito ribattezzato PAFC “percorso ad alta frequenza cardiaca”: ponti e gimcane e passaggi nei filari di kiwi che hanno messo a dura prova l’abilità di carovanieri dei Balacaval. Siamo passati indenni, i cavalli si sono comportati bene e noi, tachicardici ma felici, siamo arrivati a Piasco dove ci aspettavano altri ciclisti e i Massari di San Filippo, gli organizzatori della festa della sera. Una sosta all’ospizio contanto di intrusione musicale e poi il rinfresco. I cavalli li abbiamo parcheggiati in un allevamento di vacche appena fuori dal paese. La sera, dopo la gigantesca costinata, abbiamo inaugurato il ballo occitano della Carovana. Abbiamo dormito in piazza nelle carrozze, poi la domenica abbiamo incontrato bambini e ragazzi per i laboratori di danza e per girare con loro alcune scene di quello che sarà il primo spot della Carovana (ma di questo parleremo più avanti…)  Domenica abbiamo ricevuto un bellissimo dono da Bruna, le magliette per tutti noi con il logo Balacaval ricamato! La sera il primo cineconcerto. Chaplin e Griffith musicati dal vivo più qualche immagine della preparazione della Carovana (tra cui un montaggio del giorno precedente che Andrea ha passato la notte a preparare, per ringraziare i piaschesi del loro coinvolgimento e partecipazione).

Un bell’inizio davvero. E grazie in particolare a Walter e Dulce, per la loro ospitalità e per il loro prezioso aiuto.  Ora siamo in pausa a Costigliole, con qualche messa a punto da fare nei prossimi giorni prima del prossimo evento al Castello di Lagnasco, da venerdì a domenica prossimi (3-5 giugno) quando nella nostra aia nomade ospiteremo i Viouloun d’Amoun, gli Oggitani e gli Edaq per una tre giorni di concerti da ballo e laboratori. Vi aspettiamo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...