Riassunto con foto esplicative

I giorni volano alla Carovana, non fai in tempo a raccontarne una che ne sta capitando già un’altra … Spesso, come avrete notato, non si fa in tempo a caricare le foto, parlare del viaggio e presentare le serate. E intanto la Carovana va e non si fermaaaaa…  Quindi facciamo un passo indietro, oggi voglio narrare con calma del nostro arrivo qui a Cervere. Mercoledì mattina la nostra “guida ufficiale” del fossanese Beppe Rulfo (in bici) e  Franco detto “Ciao ragazzi, hop”, il nostro maniscalco (a cavallo), ci hanno raggiunti a Trinità per fare la strada con noi. Siamo arrivati a Fossano facendo il Cammin Natura, un bel sentiero nel verde che scende a Stura. Abbiamo fatto tappa per pranzo alla Porta del Salice di Fossano, dove la compagnia è stata rinfocillata e rinfrescata da Livia (tra parensti mia mamma) e Italo.

Nel pomeriggio, abbiamo preso la strada di Santa Lucia e i laghi di Perussia. Un altopiano bellissimo e giallo di grano. I cavalli, che a Trinità non han fatto altro che mangiare e riposarsi per una settimana, erano arzilli più che mai e così ci siamo concessi un po’ di chilometri al trotto. Dudi, il mio, ha perfino galoppato con appresso il suo carico di 1350 chili di carro bar-ufficio-cucina (detto  anche “il centro polifunzionale”…)

Ogni tanto queste bestie mi sembrano delle creature mitologiche, e quando Dudi parte al galoppo e vedo le sue natiche giganti che ondeggiano tra le stanghe carro mi sento come in una fiaba, a cavallo di un drago. Yuhuuuuuuuuuu!!!

Per arrivare a Grinzano abbiamo affrontato la prima vera discesa con i carri, quindi, di fatto, la prima prova freni: un carro per volta, con un conduttore sopra e tre-quattro persone a terra, dietro, a fare sicura con le corde. Così abbiamo scoperto che i freni tengono abbastanza bene. A Grinzano siamo arrivati un po’ a sorpresa, ma molti abitanti, contenti della nostra presenza, si sono presentati con vini, verdure dell’orto, e anche una torta. E oggi è arrivata anche una poesia, da Gioanin… la mettiamo nel prossimo post.

Ieri sera abbiamo fatto l’anteprima pubblica del varietà degli anni 20 del III Millennio. Noi possiam dire che ci siamo divertiti e, a quanto ci è parso, è stato lo stesso per il pubblico. La Proloco ha cucinato per noi e si è occupata del fieno per i cavalli. Simona è la vigilessa più gentile che abbia mai incontrato, nonostante i Balacaval costituiscano per la polizia municipale una specie di  incubo anche se pur sempre a lieto fine. Stasera suoniamo ancora a Cervere, in piazza San Sebastiano : Balacanta & Balacaval. Insomma, si ballaaaa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...