Petit joli coin

Accanto a due giovani betulle a sinistra dell’orto didattico c’e’ una traccia tra l’erba che in pochi passi sale ad un sentiero bianco e stretto tra la vegetazione. Lo si prende a sinistra e si contano 120 passi e, ancora a sinistra, un passaggio tra le rocce dell’argine scende ad una strada sterrata. Un’altra volta a sinistra, pochi passi e poi subito a destra, passando accanto al cancello di un orto. E’ un tratto brevissimo che porta ad affacciarsi a questa zona umida, più bassa di un paio di metri. Sotto scorre un ramo del Gesso, tra erba e pietre muschiose. Il verde brilla, riflesso dall’acqua. L’acqua e’ bassa, non arriva alle ginocchia, e nel corso della giornata la sua presenza cambia. Al mattino ne resta solo un piccolo rigagnolo, poi scompare anche quello e il “joli petit coin” resta orfano della sua lucentezza. Quando si e’ sazi di quella luce fresca e si procede oltre, si ha l’impressione di uscire da una stanza di amanti, con quel languore fatto di gioia e precoce nostalgia; l’aria secca che vive appena fuori, sulle pietre bianche, si impone e fa schiudere la bocca. Le pupille si serrano davanti al greto secco del fiume di agosto. E noi sopraggiunti un po’ spaesati in questo nuovo mondo ci voltiamo un attimo indietro, ma portiamo ancora quella freschezza nel cuore.

Annunci

Una risposta a “Petit joli coin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...