Sotto il ponte di Castelletto

Siamo ripartiti questa mattina dal Ranch di Mauro, in frazione Boschetti di Centallo, per tornare a passare una notte sotto il ponte di Castelletto Stura, come avevamo fatto all’andata da Benevagienna, e spezzare la tappa in due. Abbiamo ritrovato lo Stura dove ci eravamo tuffati qualche giorno fa, ora fangosissimo per le piogge delle ultime ore. I cavalli pascolano a qualche decina di metri dal fiume, che resta luogo perfetto di sosta, prediletto dai nomadi di ogni tempo. Siamo a nostro agio. Stasera niente luce elettrica, solo fuoco, candele, pelli di agnello a terra e ancora un po’ di elettricità nel tablet. In questi giorni la compagnia è stata ospite del Ranch, straviziata da Mauro a colpi di costate (specialità della casa), salsicce, bistecche e pasticcini e grappette. Con lui ci siamo conosciuti lo scorso anno a settembre, stavamo cercando un luogo dove fare tappa tra Saluzzo e Boves; abbiamo messo un annuncio sulla pagina facebook e lui ci ha risposto con semplicità: venite da me. Quest’anno abbiamo deciso di organizzare qualcosa insieme, ma purtroppo la domenica piovosissima non ci ha permesso di fare la festa all’aperto che il Ranch meritava; ci siamo riparati nel ristorante a fare musica in tanti.. pezzi manouche, musiche dell’est e cumbie. Sono arrivati amici musicisti e infine abbiamo comunque onorato la domenica e anche il lunedì. Grazie a Mauro, per la sua generosità semplice, pura, senza egocentrismi.
La compagnia si è allargata, siamo in nove a viaggiare. Tra questi tre amici conosciuti quest’inverno in Messico, Manuel, Noemi e Cecilia, anche loro viaggiatori con un progetto con il quale abbiamo molte cose in comune: Soulfire Project, un autobus che è partito dall’Oregon qualche anno fa e ora è arrivato in Costarica viaggiando con il motore modificato a olio di cucina, che porta musica e esempi di sostenibilità; prima ancora avevano fatto parte dei Nomads United, gruppo nato nel ’98 in India (viaggiava coi cammelli) e poi trasferitosi in Sudamerica: artisti in viaggio con venti cavalli (a sella) e propongono laboratori, animazioni, arte nei villaggi tra le foreste del Centroamerica. Noi invece, dopo una notte sotto il ponte raggiungeremo domani il castello di Rocca de Baldi, dove ci fermeremo per una decina di giorni… molti eventi in programma, nuove collaborazioni, ma tutto questo merita un post a parte… a prestissimo!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...